Home > Protagonista del film casino

Protagonista del film casino

Protagonista del film casino

Il ritmo è pazzesco e le quasi tre ore scivolano via nel nome di un interesse che domina. La storia è dannatamente varia e senza freni; si mescolano in essa una serie di vicende e una serie lunga di personaggi famelici e fatali. Come scordare la moglie di Asso Sharon Stone , essa incarna la potenza distruttiva dell'epica greca. L'esercizio di stile è abbinato ad una ottima sceneggiatura che non registra alcuna cosa negativa, forse un po' necessariamente scritta penso all'estrema fiducia che Asso depone in una donna ma d'altro canto l'enfasi è una parente stretta della resa filmica.

Convince anche uno splendido epilogo fra violenze inaudite e svolta sociale e politica e ai titoli di coda rimane dentro la sensazione di esser stati catapultati in un viaggio di megalomania che si schianta in un ritorno sulla terra e dunque ad un rapido ingresso negli inferi. Nulla da dire sul film, che si conferma essere una delle vette del cinema scorsesiano. In questo film, eccezionalmente quanto stupidamente si impose di far doppiare De Niro a Gigi Proietti. Dire che la voce di Proietti, anche a distanza di anni, risulti "distante" dal personaggio interpretato da De Niro, vuol dire in fondo sottolineare una grossa lacuna che mai più potremo colmare.

Oltretutto, dopo questa pellicola, Amendola riprese a doppiare Robert come sempre. Quindi perché? La voce di Ferruccio era fantastica perché si cuciva addosso all'attore in una maniera impressionante. Proietti già nel 95 aveva una voce più "panciuta" e guascona rispetto ai suoi inizi, quindi non idonea alla circostanza. Trama e tema non soddisfacente,grandissimo come sempre Pesci. Ottimo film di gangster diretto da Scorsese nel La trama è molto interessante e nonostante la durata piuttosto elevata il film non annoia mai,grazie ad un grandissimo cast composto da grandi attori come Robert De Niro, Joe Pesci, James Woods e la brava e bellissima Sharon Stone,altro punto a favore del film è sicuramente la sceneggiatura veramente ottima.

Ottima come al solito la regia. Un'altro filmone di Scorsese, da vedere assolutamente. Lo Scorsese che preferisco è tutto qui: De Niro alla grande nella SUA parte da mafioso, in questo caso non italiano, ma ebreo. Sharon Stone in una delle sue migliori interpretazioni, Joe Pesci non è da meno. Tanto lungo quanto bello. Bel film sulla mafia. Forse un gradino sotto a "Quei bravi ragazzi". Un film duro e magnificamente "eccessivo" a partire dalla durata e dalla violenza.. Uno Scorsese al massimo della forma.. Applausi e applausoni. Buona la trama ispirata ad una storia vera. Un film fatto di eccessi, di avidità, episodi violenti.

Praticamente "Quei bravi ragazzi" ambientato a Las Vegas: La trama è un po' ripetitiva oltre che troppo lunga, e soprattutto all'inizio non di facile comprensione. Joe Pesci mitico nei suoi scatti d'ira, pure Sharon brava soprattutto nelle parti di schizzofrenia cocainomane anche se le preferisco Lorraine Bracco come personaggio femminile , De Niro risalta di più rispetto al precedente, con un ruolo più centrale. Un gangster movie con i fiocchi. Bellissimo gangster movie firmato ancora una volta M Scorsese! La regia è fenomenale, probabilmente qui Scorsese a toccato il suo apice, bellissimo anche il montaggio del film, tecnicamente mi è piaciuto molto! Il film non contiene la violenza di Quei bravi ragazzi, ma a tratti diventa molto cattivo, e vendicativo, soprattutto nel finale, in pratica diventa una mattanza senza pace per nessuno!

La parte del film molto più coinvolgente e la seconda, si vede chiaramente il declino della famiglia e del bussines in mano a Asso, e il finale ripeto diventa molto cattivo e vendicativo, la scena dei sepolti vivi a mio avviso è molto forte e di grande impatto psicologico, almeno per me! Gli attori sono stati fenomenali, De Niro sempre su alti livelli, accompagnato da un Joe Pesci in stato di grazia!

Complimenti ancora una volta a Scorsese, dirige un gran film e non delude le aspettative, il discorso finale di Asso racconta come alla fine con il passare degli anni i mafiosi vengono cacciati da Las Vegas, e arrivano le società finanziarie, con buoni dei tesoro fasulli e truffa per finanziare i nuovi casino', insomma un nuovo business, il gioco più di tanto non cambia, ma questa è un altra storia! Piccolo capolavoro, da non perdere! Buon film del maestro scorsese ma è troppo lungo quasi 3 ore!!!!. L'inizio fino ad arrivare alla fine della prima ora è bellissimo ma dopo con la comparsa della Stone tutto cambia e il film diventa lentissimo!!! Il film da gangster movie si trasforma quasi in un film sentimentale, mettendo in primo piano il rapporto tra De Niro e la Stone.

Poi altro difetto e troppa voce fuori campo. Grande Joe Pesci. Finale bellissimo che migliora tanto il film. Buono ma nettamente inferiore a il capolavoro gangster di scorsese ''Quei bravi ragazzi''. Altro ottimo film di Scorsese che in questo periodo non sbagliava niente. Un pelino sotto Godfellas. L'unico neo che posso trovare a questo film è forse l'uso esagerato della voce fuori campo. Che gran film questa maestosa epopea gangsteristica di una Las Vegas che non c'è più, tutta imperniata sui soldi e sulla sete di potere!

L'ultima parte è quella più complessa ed anche la più aderente al mito americano, sebbene parziale, del riscatto ascesa, caduta, risalita o redenzione , che al Cinema ha sempre avuto un certo fascino. La camera di Scorsese poi indugia sapientemente tra i tavoli verdi, ci svela vecchi e nuovi trucchi da baro, scruta furtiva la vita privata spesso sregolata dei protagonisti e ci sorprende con una classe consumata che non sfocia mai nel mero ed ostentato esercizio di stile.

Cast meraviglioso, con un plauso particolare all'istrionismo di Joe Pesci ma un plauso se lo meritano anche i vestiti di De Niro.. Se non è il miglior Scorsese poco ci manca. De Niro enorme, Peci bravissimo, Sharon Stone finalmente in una parte in cui recita non come se fosse ad una rappresentazione teatrale delle elementari. Regia impeccabile, mai un minuto di noia, finale "tronco". Un capolavoro da rivalutare pieno di sequenze indimenticabili, una dopo l'altra, tassello dopo tassello. Grandissimo Scorsese, il vero cinema. Lei, inizialmente titubante, si lascia convincere.

Ginger e Sam si sposano, e hanno una figlia, Amy. Scoperta da Sam, Ginger gli garantisce che è l'ultima volta che lo sente. Per evitare che la moglie rimanga senza soldi nel caso in cui finisse in carcere, Asso lascia 2 milioni di dollari e vari gioielli in una cassetta di sicurezza a Los Angeles , e ne dà la chiave alla moglie, l'unica persona autorizzata ad aprirla. Uno dei suoi uomini, dopo essersi comportato male viene buttato fuori e picchiato da Sam, che comincia a manifestare il suo disagio nei confronti dei metodi di Nicky e dei suoi uomini. A causa di essi, Nicky entra presto nel mirino dei poliziotti. Sam, invece, entra in un prestigioso circolo di uomini d'affari, il Vegas Valley Country Club.

A questo punto, l'unica chance di Nicky è quella di iniziare a fare veramente a modo suo: L'avvocato di Asso consiglia a Nicky di creare delle attività legali per dimostrare al governo da dove vengano tutti i soldi che guadagna: In questa maniera, riesce a mandare una parte del ricavato sempre maggiore ai capi di Chicago, che lo spalleggiano. Apprezzato ed onorato, Nicky diventa il boss di Las Vegas. Allo stesso tempo, Asso inizia la sua parabola discendente.

Un giorno licenzia un suo dipendente per incapacità, pur sapendo che questi è il cognato del commissario della Contea, Webb. Nonostante le pressioni, Sam non fa riassumere il ragazzo. Ginger intanto è sempre più lontana da Sam, schiava della cocaina e dell'alcool. Inizia a confidarsi con Nicky, che da un lato è violentemente attratto dalla donna e dall'altro cerca di proteggere il suo amico. Ai mafiosi iniziano ad arrivare sempre meno soldi, a causa dei collaboratori di John Nance, socio di Rothstein, che durante la scrematura rubano soldi in quantità sempre maggiori.

Contemporaneamente Phil Green ha dei problemi con Anna Scott, una sua collaboratrice di vecchia data, che lo cita in giudizio per avere una fetta della torta. Di fronte alla richiesta del giudice, Green è costretto a mostrare al dipartimento finanziario da dove vengano i suoi soldi: Ben presto le peggiori preoccupazioni di Asso iniziano a concretizzarsi, quando Nicky, senza il permesso dei capi, inizia ad eliminare tutti i propri avversari.

La stampa lo accusa degli omicidi, ma non viene arrestato perché non lascia mai alcun testimone. I federali cominciano a spiare con una certa frequenza Nicky, che, per confonderli, acquista strumenti tecnologici per lo spionaggio molto sofisticati e inizia a controllarli a sua volta. Nicky, avendo attirato su di sé le attenzioni dei federali, coinvolge forzatamente anche Asso. Durante una delle sue udienze, Sam non viene nemmeno ascoltato e la licenza non gli viene concessa. Il giorno dopo, parla con lui in mezzo al deserto fuori Las Vegas, ma senza risultati.

Nel frattempo Nicky si irrita, non sopportando il fatto che Asso abbia convocato Gaggi e i suoi uomini e non lui. Ginger va a parlare con Nicky; si sfoga delle prepotenze del marito e pratica una fellatio a Nicky. Quando i due escono dal rifugio, vengono fotografati dai federali, che stanno spiando tutte le mosse del mafioso. Il fatto che Nicky frequenti la moglie di Asso inizia ad insospettire i boss di Detroit. Remo Gaggi ne parla con Frank Marino, braccio destro di Nicky, consigliandogli molta cautela.

Nel frattempo, la sua banda, alle prese con la cocaina e l'alcool, si comporta sempre più stupidamente. Un giorno Ginger, ormai fuori controllo per la sua tossicodipendenza, arriva a legare la figlia al letto per andare a fare sesso con Nicky in una stanza d'albergo. Dopo averlo scoperto Sam la butta fuori di casa lasciandola senza soldi, ma la mattina dopo Ginger ritorna e, in preda all'alcol e alla droga, inizia a fare una scenata pretendendo la chiave della cassetta di sicurezza di Los Angeles, dove sono custoditi i soldi; dopo averla presa, Ginger viene arrestata dall' FBI per favoreggiamento ma, ormai, l'FBI ha tutte le tessere del mosaico in mano e in breve tempo arresta tutti.

Artie Piscano muore stroncato da un infarto quando viene arrestato, gli altri mafiosi vengono processati con un rischio dai 25 anni di reclusione all'ergastolo. Proprio durante la pausa di un'udienza, i mafiosi decidono di uccidere i responsabili e i possibili testimoni. Nicky, pensando che la morte di questi sia stata ordinata da Asso, gli piazza una bomba nell'auto: A quel punto deve subentrare la moglie, la quale non sa assolutamente nulla di come si gioca a poker. Pronto per una maratona? Toggle navigation. Il Giocatore - Rounders Pellicola del per la regia di John Dahl, il film narra le vicende di uno studente di giurisprudenza, Mike McDermott interpretato da Matt Damon, che si paga i suoi studi con le vincite tratte giocando a poker.

High Roller: La storia di Stu Ungar È un fantastico film biografico che narra la storia di Stu Ungar, un noto giocatore di poker professionista statunitense. Gli affari prosperano e la mafia gli affianca come guardaspalle il temibile Nicky Santoro. Frattanto Sam si innamora di una prostituta, Ginger McKenna e decide di sposarla. Avuta una figlia, Sam si infatua della donna fino a depositare a suo nome Ma costei è ancora innamorata e legata a Lester Diamond, suo ex protettore ed amante che la ricatta, finché Sam, un giorno li sorprende e fa picchiare l'uomo. Per vendicarsi, Ginger circuisce Nicky il quale frattanto, espulso da tutti i locali della città per le sue violenze, ha costituito una propria banda di rapinatori.

Casinò (film) - Wikipedia

"Casinò" di Scorsese, un film sul fallimento, sulla circolarità, sulle si tratta di un burrone linguistico-architettonico), i protagonisti di Casinò. CASINO' regia di Martin Scorsese con Robert De Niro, Sharon Stone, Joe Don Rickles, Kevin Pollak, Frank Vincent, funzionamento-slot.jaewoncho.com vota e commenta film al cinema. James Woods e la brava e bellissima Sharon Stone,altro punto a favore del film Bravi i protagonisti nella loro interpretazioni (Joe Pesci, De Niro e la bella. Casinò (Casino) è un film del diretto da Martin Scorsese, con Robert De Niro, Sharon . I suoi capi non vedono però la cosa di buon occhio: Remo Gaggi decide di . cast del film vede Robert De Niro, Joe Pesci e Sharon Stone come protagonisti, . le riprese del film Casinò, con De Niro, Sharon Stone e Don Rickles. E del resto: Martin Scorsese alla regia, Robert De Niro protagonista, Joe Il film è stato girato nel , ma l'ambientazione è pienamente. ria di L'età dell'innocenza lascia la bocca amara, il film lascia un ricordo Anche perché il personaggio, prima di diventare il protagonista del suo film Casinò. Dieci tra i film più famosi con “protagonista” il mitico mondo del gioco ricordiamo James Woods, Joe Pesci, Sharon Stone e Robert De Niro. Casinò, scheda del film diretto da Martin Scorsese con Robert De Niro, Sharon James Woods, Frank Vincent, Pasquale Cajano, Kevin Pollak, Don Rickles, è il 17º film (e mezzo) di Scorsese, l'ottavo con De Niro protagonista, il secondo.

Toplists